Presentazione

Data

dal 9 Dicembre 2019 al 31 Gennaio 2020

Descrizione del progetto

Il lavoro nasce all’interno della piattaforma eTwinning , più precisamente dal progetto “100 Gianni Rodari “ su invito della scuola primaria  “ M. Bello “ di Siderno (RC). 

Gli alunni di Siderno hanno letto “Il  pianeta degli alberi di Natale “ di Gianni  Rodari. Prendendo spunto dall’estro creativo del grande scrittore hanno pensato di proporre ai partners un’attività collaborativa. 

L’ attività comune ha previsto vari steps:

  • La scuola primaria  “ M. Bello “ di Siderno (RC)  ha realizzato la ruota delle parole . Gli alunni hanno individuato le parole inerenti al racconto e sono state riportate sulla ruota. Dalle parole individuate si è azionata la ruota con cinque giri e sono state estratte le parole :  Capitano – Marco – Pianeta – Calendario – Pigiama rosso. Hanno così dato il via al racconto.

  • Condivisione della ruota  con i gemelli della Scuola Primaria  “T. Fagnani ” di Spoltore ( PE) e della Scuola primaria  “OŠ-SE Giuseppina Martinuzzi” di Pula Pola (Croazia), che hanno continuato la storia in rima.

  • Il nostro Istituto, con la scuola primaria ” Ada Negri ” di Paina , ha completato  la filastrocca con le illustrazioni. 

Allegati

Obiettivi

Creare un clima collaborativo tra alunni di diverse classi e scuole utilizzando anche le TIC;

- rispettare gli altri valorizzando i lori prodotti;

- attivare attività di peer tutoring;

- stimolare la creatività;

- avvicinare in modo piacevole i bambini all' ascolto.

Luogo
Ada Negri – Paina

Via Zara, 16 – 20833 Giussano MB

Partecipanti

Classi 1^B / 2^B del Plesso.

Risultati

Lo scopo del progetto è stato quello di permettere agli alunni di confrontarsi  con bambini di altre scuole allo scopo di realizzare un prodotto comune.E’ nata una bella collaborazione all'interno dei vari gruppi, in particolar modo le nostre due classi hanno imparato a conoscersi e a stabilire rapporti significativi di amicizia.Il rapporto con altre scuole ha favorito la conoscenza di altre realtà scolastiche  e ha suscitato interesse e curiosità. L’attività è stata occasione per integrare e sperimentare, all’interno del percorso scolastico, alcuni fondamenti dell’Educazione Civica.Il contenuto del racconto, prettamente fantastico, ha divertito e appassionato i bambini che hanno ascoltato volentieri la lettura delle docenti.